Le smagliature sono definibili come alterazioni o lesioni della cute dalla caratteristica forma lineare, localizzate in particolare in alcune parti del corpo come cosce, fianchi, ventre e seno. Si tratta di un inestetismo piuttosto diffuso, sia nelle donne che negli uomini, legato a fattori e cause diverse e in molti casi di non semplice trattamento. Visivamente si presentano come striature della pelle lievemente infossate, con una colorazione che può variare dal bianco al rosso vivo, solitamente presenti a gruppi di due o tre. All’aspetto è associabile un diverso grado evolutivo: appena comparse le smagliature hanno solitamente un colore rossastro e si prestano maggiormente al trattamento qualora si intervenga tempestivamente in modo efficace. La colorazione bianca, invece, indica una perdita maggiore di volume e consistenza della cute in quel tratto e, dunque, uno stadio più avanzato del problema.

Le cause principali delle smagliature sono imputabili quasi interamente a cambiamenti più o meno repentini del volume e del peso corporeo, ma anche a fattori come stress e legati all’uso prolungato di farmaci a base di corticosteroidi, che diminuiscono l’elasticità della pelle. Più raramente, le smagliature derivano da patologie pregresse, che possono avere un ruolo cruciale nella comparsa di questo tipo di inestetismo.

Leggi di più...

Tra i fattori di rischio, che possono portare a una variazione della forma corporea, si annoverano:

  • Cambiamenti ormonali, come quelli che si verificano durante l’adolescenza
  • Gravidanza e allattamento
  • Problemi di peso (obesità) con repentini dimagrimenti
  • Malattie di origine endocrina riconducibili alle ghiandole surrenali e all’iper produzione di cortisolo

Le zone maggiormente colpite dalle smagliature sono facilmente individuabili come quelle più sottoposte a mutamenti e variazioni di volume e dimensione. Nelle donne si tratta, in particolare di seno, fianchi, ventre (specialmente negli ultimi mesi di gravidanza), cosce e glutei. Negli uomini possono comparire smagliature anche su torace e addome, e sulla parte alta dei glutei.

Trattandosi di una sorta di rottura o strappo delle fibre elastiche, che si verifica a livello del derma quando questo è indebolito a causa dei fattori sopra elencati, le smagliature si presentano con diverse tipologie a seconda del grado evolutivo di tale rottura.

Smagliature rosse

Le smagliature rosse sono spesso precedute da una infiammazione che interessa la cute, accompagnata da prurito, lieve bruciore e rossore generalizzato, a cui segue la comparsa di striature dal caratteristico colore rosso violaceo. In questa fase, se si interviene in modo tempestivo e mirato, è possibile far rientrare il problema piuttosto facilmente.

Smagliature bianche

Per quanto riguarda le smagliature bianche, si tratta di vere e proprie cicatrici della pelle che insorgono dopo la rottura delle fibre elastiche della cute. La pelle tende, infatti, a produrre nuove fibre per riparare al danno, proprio come avviene con le cicatrici dovute a tagli o ferite. In questo caso, nonostante vi siano alcune tecniche messe a punto per ridurre il problema, le smagliature difficilmente potranno scomparire.

null

Terapie: