La rinoplastica, settoplastica e rinosettoplastica sono procedure chirurgiche che mirano a modificare la struttura nasale, con obiettivi che variano dall’estetica al miglioramento della funzionalità respiratoria. Ogni intervento, pur avendo finalità distinte, si svolge con tecniche che possono avere elementi in comune.

Rinoplastica: Questo intervento è focalizzato sul miglioramento estetico del naso. Il chirurgo effettua modifiche alla forma, dimensione e proporzioni del naso per armonizzarlo con le altre caratteristiche facciali del o della paziente. La rinoplastica può includere la riduzione della gobba nasale (il dorso o cosiddetto “gibbo”), il rimodellamento della punta, la modifica delle narici o la correzione di asimmetrie. L’accesso chirurgico può essere “chiuso”, avvenendo interamente all’interno delle narici, o “aperto”, mediante un piccolo taglio trasversale nella columella, la parte di pelle che separa le narici.

Settoplastica: L’obiettivo principale di questa chirurgia è correggere le deviazioni o le deformità del setto nasale, migliorando così la funzionalità respiratoria. Il setto, la parete che divide le due cavità nasali, può essere storto a causa di difetti congeniti, traumi o altre condizioni, causando ostruzione delle vie aeree. La settoplastica prevede il riallineamento e il rimodellamento del setto per ottimizzare il passaggio dell’aria. L’intervento viene generalmente eseguito internamente, con incisioni all’interno del naso, e non altera l’aspetto esterno del naso. Nella maggior parte dei casi, alla settoplastica viene associata una plastica dei turbinati (turbinoplastica), ossia una procedura che vada a modificare e ridurre il volume di queste protuberanze di mucosa che – soprattutto in soggetti allergici e con deviazione del setto, si ipertrofizzano, ossia si ingrossano, riducendo ulteriormente il passaggio dell’aria e la sensazione di difficoltà alla respirazione.

Rinosettoplastica: Questa procedura combina gli elementi della rinoplastica e della settoplastica per pazienti che necessitano di correzioni sia estetiche sia funzionali. La rinosettoplastica si avvale delle tecniche di rinoplastica per migliorare l’aspetto del naso, insieme a quelle di settoplastica per risolvere problemi respiratori dovuti a deviazioni del setto. L’approccio chirurgico può variare in base ai bisogni specifici del paziente, ma l’obiettivo è offrire una soluzione completa che migliori sia l’estetica sia la funzione nasale.