La mastopessi, nota anche come lifting del seno, è un intervento chirurgico volto a risollevare e rimodellare il seno cadente, restituendogli una forma più giovanile e tonica. Questa procedura può essere eseguita sia con che senza l’inserimento di protesi mammarie, a seconda delle esigenze e dei desideri della paziente.

Finalità dell’intervento
La mastopessi, nota anche come lifting del seno, è un intervento chirurgico volto a risollevare e rimodellare il seno cadente, restituendogli una forma più giovanile e tonica. Questa procedura può essere eseguita sia con che senza l’inserimento di protesi mammarie, a seconda delle esigenze e dei desideri della paziente.

Indicazioni a procedere
Le indicazioni per una mastopessi includono:

-Ptosi mammaria (seno cadente), che può variare da lieve a severa, a seconda della posizione del capezzolo rispetto alla piega sottomammaria.
-Perdita di volume e forma del seno a seguito di gravidanza, allattamento, perdita di peso significativa o invecchiamento.
-Asimmetria mammaria, dove un intervento di mastopessi può essere utilizzato per correggere differenze significative nella forma e nel posizionamento dei seni.

La mastopessi con protesi è particolarmente indicata per le pazienti che, oltre al desiderio di un seno più sollevato e tonico, vogliono anche aumentarne il volume.

Considerazioni sull’intervento

Prima di procedere con una mastopessi, è fondamentale sottoporsi a una valutazione medica completa per discutere le aspettative, comprendere i potenziali rischi e benefici dell’intervento e determinare la procedura più adeguata alle esigenze della paziente.

L’intervento viene realizzato in genere in anestesia generale e richiede un periodo di recupero che varia da paziente a paziente. Durante la procedura, il chirurgo rimuove l’eccesso di pelle e solleva il tessuto mammario per migliorarne il contorno e l’aspetto. Se si opta per l’inserimento di protesi, queste vengono collocate in posizione strategica per ottenere il volume desiderato.

Rischi e considerazioni post-operatorie
Come per ogni intervento chirurgico, esistono rischi associati alla mastopessi, inclusi infezione, sanguinamento, alterazioni della sensibilità del capezzolo e cicatrici. La discussione approfondita con il chirurgo plastico aiuta a comprendere questi rischi e a prendere una decisione informata.

In conclusione, la mastopessi è un’opzione efficace per migliorare l’aspetto estetico del seno in pazienti con ptosi mammaria o altre preoccupazioni estetiche. La decisione di procedere con tale intervento dovrebbe essere presa dopo un’attenta valutazione delle proprie esigenze e aspettative, nonché dopo aver discusso approfonditamente con un chirurgo plastico qualificato.